Il musicalissimo virtuosismo di ALAIN MUSICHINI al Festival della Fisarmonica di Cogne

Come era successo a Buenos Aires per il Tango, il Valzer Musette attecchì tra gli emarginati di una grande città. In questo caso era la Parigi dei “Bal Musette”, postacci dove, agli albori del Novecento, si annaffiavano le pene d’amore con l’assenzio, cullandosi fino a notte fonda con questo malinconico ritmo ternario. Era il valzer del popolo, alternativo a quello “nobile” viennese e con testi intrisi di quotidianità. Si rivelò, così, l’ideale colonna sonora per le grandi passioni, fossero d’amoreLeggi altro