CONCRETE GARDEN: un gruppo strumentale senza strumentalizzazioni

Con quello di Berlino, l’11 novembre 1989 cadde un altro importante muro. Il bagno di folla che accolse il grande violoncellista Mstislav Rostropovich, che suonava le suites di Bach davanti alle macerie, sancì, infatti, l’abbattimento del muro che separava il violoncello, strumento strettamente legato alla musica classica, dalla musica popolare. Da lì è partito il viaggio verso il suo “wild side” che in Valle vede protagonista Federico Puppi, ventiquattrenne violoncellista e compositore di Hône, che, dopo una seria preparazione classica,Leggi altro

I “Noir” vincono, a sorpresa, le selezioni valdostane di “Italia Wave”

Neanche il tempo di formarsi che, alla loro prima esibizione pubblica, i “Noir” vincono le selezioni valdostane dell’“Italia Wave Festival” svoltesi il 17 e 18 aprile alla Cittadella dei giovani di Aosta. Un esordio “col botto” per il trio formato dall’astigiano Adriano Redoglia (batteria) e dagli aostani Matteo Mossoni (chitarra) e Luca Moccia  (basso e voce), questi ultimi già insieme nei “Value Price”. «Facciamo un “indie rock” caratterizzato da scarni riff di chitarra – spiega Moccia, autore dei pezzi- conLeggi altro

CONCRETE GARDEN: raggiungere ognuno senza essere sfruttati da nessuno

Se per diversi musicisti valdostani il corso C.E.T. di Mogol ha rappresentato, creativamente, un capolinea, per altri è stato solo la tappa in un percorso artistico diretto verso lidi più avventurosi. E’ questo il caso di Federico Puppi, ventiquattrenne violoncellista e compositore di Hône, che, dopo una seria preparazione classica (sta completando il corso A.F.A.M. all’Istituto Musicale di Aosta), è alla ricerca di un nuovo approccio allo strumento che si inserisca nel panorama musicale attuale. Un percorso passato attraverso ilLeggi altro