Il tempo perduto e il tempo salvato di Mario CASTELNUOVO-TEDESCO secondo il SOLO DUO

“La poesia– ha scritto Alda Merini- è un petalo che cade nel vuoto in bocca ad un leone che ruggisce”. Tutta l’arte nasce, in realtà, nel magico momento in cui l’artista è sospeso nel suo lento, eterno cadere. Emblematico, a questo proposito, il compositore italiano Mario Castelnuovo-Tedesco. Costretto, nel 1939, a fuggire negli Stati Uniti a causa della promulgazione delle leggi razziali (era ebreo), si trovò a esser sospeso tra due mondi e due tempi. E’ stata questa condizione ilLeggi altro

“VOLPE BELLISSIMA”, antologia on line dedicata ad ALDA MERINI

A volte si fanno interessanti incontri sul web. E’ il caso del portale culturale «L(’)abile traccia», (http://www.labileabile-traccia.com/rivista_000000.htm) segnalatomi dal suo coordinatore Pietro Pancamo. Trattasi di un “sito culturale che, affidandosi all’etere virtuale e quindi labile (o presunto tale) della Rete telematica, cercherà (si spera con perizia) di esplorare il mondo da molteplici punti di vista, attraverso la lente — ad esempio — della poesia, dell’ars rhetorica, della letteratura, dello sport, della scienza, della sociologia, delle discipline dello spettacolo”.  Il contatto conLeggi altro

ALDA MERINI: anche la follia merita i suoi applausi

Tra i tanti premi ricevuti da Alda Merini negli ultimi anni di vita particolarmente significativa è stata la laurea honoris causa in “Teorie della comunicazione e dei linguaggi” concessale nel 2007 dalla Facoltà di Scienze della Formazione di Messina. La popolarità dell’artista milanese, scomparsa il primo novembre 2009 a 78 anni, è, infatti, legata al successo della sua immagine mediatica. Grazie, infatti, a “padrini” come Maurizio Costanzo e Vincenzo Mollica, il pubblico televisivo italiano aveva finito per identificare in leiLeggi altro

A GABRIELLA FERRI di Alda Merini

Sei libera finalmente da quei dolori del sogno che danno trafitture e croci da tanti sordidi amori non ricambiati o forse rifiutati per sempre perchè noi con queste chiome sparse per terra non facciamo che lavare i piedi di coloro che non ci accolgono. La donna artista deve volare alto ma non volevo che tu avessi una brutta compagna come la morte.    Leggi altro