AOSTA FUTURE CAMP disegna l’Aosta del futuro puntando “sul potere delle idee e non sull’idea di potere”

Per “disegnare l’Aosta del futuro” bisogna liberarsi dai disegni, calcoli, interessi e giochi di potere che hanno per troppo tempo bloccato lo sviluppo di una città e di una regione. Lo ha confermato Hackathon, la prima maratona di idee organizzata dall’Associazione Future Cam il 17 marzo alla Cittadella di Aosta, dove si è respirata un’improvvisa libertà che ha consentito lo scatenarsi di energie creative per troppi anni castrate dalle forche caudine di consulenti, comitati d’affare e consulte regionali o comunali.Alessandro Cavaliere, presidente diLeggi altro

ROKIA TRAORE’, ambasciatrice dell’Africa ad Aosta

“Veniamo da un continente in cui ci esprimiamo, ci capiamo e trasmettiamo il sapere attraverso l’arte. Lunga vita alla musica!” In uno degli ultimi post pubblicati su Instagram la cantante maliana Rokia Traoré ha così sintetizzato l’importanza che la musica ha in Africa e nella sua vita. La frase fa da didascalia ad un video della band con la quale il 14 marzo si è esibita al Teatro Splendor di Aosta per la Saison Culturelle.Con lei, voce e chitarra, c’eranoLeggi altro

50 sfumature di (Alberto) Neri

L’11 marzo 2018 il cantautore valdostano Alberto Neri ha compiuto 50 anni. Li ha festeggiati all’Espace Populaire  di Aosta. con una festa culminata nel concerto pomeridiano che ha sancito lo “scadere” il suo ultimo progetto musicale: i Minimo Vitale («sincero tributo ai Massimo Volume, non una tribute band»). Una data speciale, quindi, per uno dei protagonisti della scena musicale valdostana degli ultimi trenta anni. Dapprima come ascoltatore, compilatore di fanzine, organizzatore e selezionatore musicale, poi, dal 1995, passato dall’altra parte della barricata, comeLeggi altro

9 marzo 2018: l’Orchestre du Conservatoire de la Vallée d’Aoste al Teatro Splendor di Aosta

L’Orchestre du Conservatoire de la Vallée d’Aoste costituisce una delle espressioni più complete dell’Istituzione valdostana. Nata nell’intento di promuovere la formazione degli allievi più meritevoli e perseguire livelli professionali di eccellenza in funzione della produzione artistica e musicale, è organizzata in forma laboratoriale. In essa convergono le migliori energie dell’Istituto: vi collaborano infatti docenti in qualità di formatori, professionisti esterni di chiara fama invitati in occasione di masterclass o seminari, allievi iscritti ai corsi medi e superiori del previgente ordinamento,Leggi altro

NUNZIO ZURZOLO porta i migliori rapper neozelandesi ad Aosta.

Gli oltre 19.000 chilometri che separano Aosta dalla Nuova Zelanda si sono ultimamente annullati grazie al filo diretto stabilitosi coi migliori rapper Kiwis (è il nome che i neozelandesi hanno preso dall’omonimo animale che è il loro simbolo: n.d.r.). Il merito è di Nunzio Zurzolo, aostano che ha passato diciassette dei suoi trentanove anni in giro per il mondo. Grazie ai suoi contatti, nel settembre dello scorso anno aveva fatto arrivare alla Cittadella il rapper Raiza Biza. Il 21 febbraioLeggi altro

“Life in a elevator” di TULLIO MACIOCE al Gallery Store “Inarttendu” di Aosta

Secondo il giornalista Dino Basili: “la personalità viene fuori meglio in qualche viaggio insieme sull’ascensore che sul lettino di Freud.” Lo conferma il grafico aostano Tullio Macioce che, in compagnia del suo cellulare, in un anno di viaggi in ascensore ne ha fatti addirittura 500, raccontandoli in altrettanti selfie, per l’“esperimento sociale socialmente inutile” battezzato “Life in elevator”. «Tutto è iniziato con un post sul network di creativi Ello.- racconta Tullio- Nel 2014 vi ho postato 10 selfie di bassaLeggi altro

3 marzo 2018: il concerto d’addio degli IUBAL all’Espace Populaire di Aosta

Partiti con una musica carica di impegno, sono finiti per i troppi impegni individuali. Dopo 15 anni, la parabola degli IUBAL, partita con un ruspante combat folk, si è, così, conclusa la sera del 3 marzo con un ultimo concerto all’Espace Populaire di Aosta.«Non ci lasciamo perché abbiamo litigato.- ha precisato il clarinettista e mandolinista Umberto Debernardi– Solo che, avendo sempre cercato di migliorarci, adesso, che che per motivi di lavoro non riusciamo più a vederci, ci siamo resi contoLeggi altro

I CLOWN IN VALIGIA regalano sorrisi al confine turco-siriano

Il terzo appuntamento della rassegna “Cambio Musica” della SFOM della Valle d’Aosta è stato dedicato a luoghi e genti per cui sarebbe veramente ora che la musica, intesa in senso lato, cambiasse. La sera del 23 febbraio, alla biblioteca di Saint-Christophe è, infatti, andato in scena “Clown in valigia: storie di clown e bambini dal confine turco-siriano”, in cui musiche mediorientali, eseguite dai TarTaraf di Sergio Pugnalin e dallo SFOMguitarensemble con Gilbert Imperial, hanno contrappuntato il racconto teatralizzato di alcuniLeggi altro

L’UOMO CHE VOLEVA VOLARE

Penso che un sogno così non ritorni mai più. Mi trovavo in una Cittadella dei Giovani di Aosta gremita, e, sul palco, improvvisavo uno spettacolo d’arte varia con gente che aveva voglia di volare per un pubblico che ne aveva altrettanta.Giusto il tempo di ascoltare il Gufo Anacleto de “La spada nella roccia” che ci dava qualche consiglio (“Il volo non è semplicemente un vile processo meccanico, ma un’arte raffinata, puramente estetica, poesia del movimento”) che il cantautore Roberto ContardoLeggi altro

Il volo controvento di DINO CARLINO

Dino Carlino era un “tarallo inzuppato nell’acqua di tutte le coste”. Di origine sarda, viveva in Valle d’Aosta, con antiche malinconie e nuovi aromi, che, unite a grandi virtù affabulatorie, gli permettevano di passare con disinvoltura dalla struggente poesia gallurese dei “Monti di Mola” di De Andrè all’ironia per l’altra faccia del benessere valdostano portata avanti col Gruppo Gramsci. Chi meglio di lui poteva, quindi, dissertare sulle differenze tra chi il sole dal mare lo vede sorgere (chi sta sull’Adriatico)Leggi altro