LUDWIG WITTGENSTEIN: un uomo troppo fragile per andare in frantumi

Il 26 aprile 1889 nacque a Vienna Ludwig Wittgenstein, filosofo e logico austriaco allievo e collaboratore di Bertrand Russell. Fu, tra l’altro, compagno di scuola, a Linz, di Adolf Hitler (coetaneo, ma indietro di due classi). Nel 1922 , mentre quest’ultimo fondava il National Sozialistische Deutsche Arbeitspartei, meglio conosciuto come Partito Nazista, Wittgenstein pubblicava il “Tractatus logico-philosophicus”, considerato una delle opere filosofiche più importanti del Novecento, iniziandolo con le parole “tutto il senso del libro si potrebbe riassumere nelle parole: quanto può dirsi,Leggi altro