I CLOWN IN VALIGIA regalano sorrisi al confine turco-siriano

Il terzo appuntamento della rassegna “Cambio Musica” della SFOM della Valle d’Aosta è stato dedicato a luoghi e genti per cui sarebbe veramente ora che la musica, intesa in senso lato, cambiasse. La sera del 23 febbraio, alla biblioteca di Saint-Christophe è, infatti, andato in scena “Clown in valigia: storie di clown e bambini dal confine turco-siriano”, in cui musiche mediorientali, eseguite dai TarTaraf di Sergio Pugnalin e dallo SFOMguitarensemble con Gilbert Imperial, hanno contrappuntato il racconto teatralizzato di alcuniLeggi altro

L’UOMO CHE VOLEVA VOLARE

Penso che un sogno così non ritorni mai più. Mi trovavo in una Cittadella dei Giovani di Aosta gremita, e, sul palco, improvvisavo uno spettacolo d’arte varia con gente che aveva voglia di volare per un pubblico che ne aveva altrettanta.Giusto il tempo di ascoltare il Gufo Anacleto de “La spada nella roccia” che ci dava qualche consiglio (“Il volo non è semplicemente un vile processo meccanico, ma un’arte raffinata, puramente estetica, poesia del movimento”) che il cantautore Roberto ContardoLeggi altro

Il volo controvento di DINO CARLINO

Dino Carlino era un “tarallo inzuppato nell’acqua di tutte le coste”. Di origine sarda, viveva in Valle d’Aosta, con antiche malinconie e nuovi aromi, che, unite a grandi virtù affabulatorie, gli permettevano di passare con disinvoltura dalla struggente poesia gallurese dei “Monti di Mola” di De Andrè all’ironia per l’altra faccia del benessere valdostano portata avanti col Gruppo Gramsci. Chi meglio di lui poteva, quindi, dissertare sulle differenze tra chi il sole dal mare lo vede sorgere (chi sta sull’Adriatico)Leggi altro

“Atlante Samuel” ad Aosta: tra racconto, riflessioni e “busker che canta i Subsonica e Samuel”.

A metà tra concerto e talk show, l’8 febbraio la Saison Culturelle ha proposto “Atlante Samuel”. Sul palco del Teatro Splendor di Aosta l’architetto e designer torinese Marco Rainò ed il cantautore Samuel Umberto Romano si, sono così, ritrovati a raccontare il mondo, artistico ed umano, del quarantacinquenne frontman dei Subsonica e a riflettere sul medium “canzone”. «Come gli atlanti geografici sono delle registrazioni di percorsi, – ha spiegato Rainò- questo spettacolo sarà un viaggio nel mondo creativo del mioLeggi altro

“OMBRE E LINEE” per uscire dal tunnel in mostra ad Aosta

Ha scritto Nietzsche: “dovete avere il Caos in voi per partorire una stella danzante.” Lo conferma la mostra “Ombre e linee” che fino all’11 febbraio vedrà protagoniste nella Sala Espositiva Finaosta di Via Festaz le fotografie e le sculture realizzate dagli utenti della Cooperativa La Svolta. Nata nel 1990 per affrontare i problemi dell’emarginazione sociale, dal 1999 la cooperativa svolge attività socio sanitarie ed educative rivolte alla cura e al recupero di soggetti con dipendenze. Tra queste ha inserito attivitàLeggi altro

L’arpa di ALAN STIVELL è di casa in Valle d’Aosta

Simbolo dell’Irlanda (in ricordo dello strumento di Brian Boru, primo re dell’isola), l’arpa celtica è conosciuta nel mondo come logo della birra Guinness e di Ryanair e per la musica di Alan Stivell. Il settantaquattrenne musicista bretone che il 19 gennaio si è esibito al Teatro Splendor di Aosta, per la Saison Culturelle, è stato, infatti, l’artefice della sua rinascita (non a caso intitolò “Renaissance de l’harpe celtique” un suo album del 1971). Gran parte del merito va al padre,Leggi altro