CD News (23)- “Macchina del tempo” de L’ORAGE (2016)

DeL’Orage come la mitica DeLorean DMC-12? Le similitudini tra la macchina del tempo del film “Ritorno al futuro” ed il nuovo cd della band valdostana non si limitano, infatti, al titolo: “Macchina del tempo”. Il “flusso canalizzatore” in questo caso è stata l’esplosiva campagna di crowdfunding condotta sul portale Eppela per finanziare il progetto, che, in appena 40 giorni, ha permesso di raccogliere ben 21.035 euro quando l’obiettivo era 10 mila. Per funzionare, però, il propellente aveva bisogno di un mezzo che, come la DeLorean, fosse fuoriserie. Perché, come avrebbe detto Emmett Brown, ilLeggi altro

Il ConciOrto di Biagio Bagini e Gian Luigi Carlone all’Espace Populaire di Aosta

Dai dipinti ghiribizzosi di Giuseppe Arcimboldi all’austriaca Vegetable Orchestra i prodotti ortofrutticoli hanno sempre stimolato la fantasia degli artisti. Mai nessuno li aveva, però, coinvolti in prima persona (sic) come Biagio Bagini e Gian Luigi Carlone che ne hanno fatto gli assoluti protagonisti di ConciOrto, lo spettacolo/concerto di canzoni e letture incentrate sull’orto che il 16 gennaio hanno portato all’Espace Populaire. «L’orto– spiegano- è il luogo dove la parola è come un seme. Che, poi, getta foglioline che sono note.Leggi altro

All’Espace Populaire di Aosta Alberto Visconti canta Francesco Guccini

Per una sera l’Espace Populaire di Aosta si è trasformato in un’osteria fuori porta per ospitare il cantautore Alberto Visconti che il 15 gennaio vi ha reinterpretato alcuni pezzi del celebre collega modenese Francesco Guccini. L’appuntamento è arrivato qualche giorno prima che il team leader de L’Orage calchi, il 28 gennaio, il palco del Teatro Splendor di Aosta con lo stesso Guccini (in veste di scrittore), per un incontro cui parteciperanno anche Carmen Consoli e Naif Herin. «Con De GregoriLeggi altro

Il 2015 discografico in Valle d’Aosta

In questi anni smemorati la principale funzione del giornalismo culturale è diventata il mettere in ordine i ricordi, perché, come scriveva Stanisław Lec, “la scarsa memoria delle generazioni consolida le leggende”. Ecco, quindi, che anche questa volta ho voluto fare una veloce carrellata sui principali prodotti discografici valdostani dell’anno trascorso. Una retrospettiva che non esaurisce l’offerta del 2015  ma dà, comunque, un’idea abbastanza esaustiva della vivacita della scena locale. Merito degli artisti, ma, anche della qualità tecnica e dell’apertura mentale di studiLeggi altro