Il Black Metal satanico dei NEFARIUM all’HellFest di Clisson

1 Nefarium 179282101_1911677981_o

1 Nefarium 179282101_1911677981_o

Hellfest_Summer_Open_Air-20000000003027873-500x375Per gli amanti dell’heavy metal, dal 2006, Clisson, vicino a Nantes, è diventata un po’ come la Mecca per i mussulmani. A giugno è, infatti, meta obbligata per seguire lHellFest Summer Open Air, uno dei più grandi festival dedicati a questo genere musicale.

Per rendere un’idea, tra il 20 ed il 22 giugno di quest’anno vi si esibiranno Iron Maiden, Slayer, Aerosmith, Status Quo, Deep Purple, Black Sabbath e Soundgarden.

Nefarium pressAccanto a loro, che suoneranno sui due palchi principali, ruoteranno un centinaio di altre band sui palchi dedicati ai sottogeneri del metal. Tra i protagonisti di “The Temple”, il palco del Black Metal, ci saranno i valdostani Nefarium, unici italiani presenti, che suoneranno sabato 21. In un evento intitolato all’inferno non poteva, del resto mancare il “veloce, violento e satanico” Black Metal di un gruppo che, nel 2010, ha promozionato con un tour europeo di 42 date con i big svedesi Dark Funeral il quarto cd Ad Discipulum”, registrato a Göteborg e pubblicato dall’etichetta polacca “Agonia Records”.

Nel sito del festival si stupiscono, tra l’altro, come mai “non siano stati ancora bloccati dalle autorità religiose italiane per il potenziale altamente blasfemo della loro musica”.

1 Carnifex6Basta, del resto, guardare le loro foto per essere colpiti dal pesante face painting e da simboli di occultismo e satanismo come vesti cardinalizie strappate, croci rovesciate, teste di caprone e tatuaggi di Baphomet. I testi, poi, sono molto espliciti esprimendo avversione per il Cristianesimo, reo di avere oscurato l’antica religione pagana vichinga, con attacchi ai pontefici “servus servorum satanae” ed inni a “the bastard son of Satan”.

Il tutto cantato dalla voce cavernosa, in perfetto stile “scream”, dell’aostano Alessandro “Carnifex” Nizzia (voce e chitarra) e suonato a ritmi vertiginosi (136 bpm e più) dagli altri valdostani Fabio “Adventor” Filippone (chitarra solista) e Ivan “Vexator” Jacquemod (basso). I tre costituiscono il nucleo del gruppo, che per il batterista si avvale, invece, di session men come Luca Pasquini che salirà sul palco di Clisson.

Nefarium 5234509_2498068136595814661_n