JUKE BOX (27)- “Teen town” di JACO PASTORIUS

JACO 130110182938_big

JACO 130110182938_big

Jaco+Pastorius++live+on+stage+wLevati dalle palle, ragazzo.” Con questa frase di Joe Zawinul iniziò il rapporto tra il celebre leader dei Weather Report e un “ragazzaccio dai capelli lunghi e i vestiti trasadati” che diceva di chiamarsi Jaco Pastorius (1° dicembre 1951– 21 settembre 1987). Come poteva, del resto, il “vecchietto” (come, in seguito, Jaco lo apostrofava) fidarsi di un ventiquattrenne senza alcun curriculum che si era presentato definendosi “il più grande bassista del mondo”.

Il bello è che lo era veramente, e la vecchia volpe di Zawinul non tardò a capirlo chiamandolo a far parte dei suoi Weather Report, coi quali, tra il 1976 e l’82, Jaco registrò 6 album.

jaco weather-report-060927Il suono del suo basso elettrico fretless (senza tasti) diede alla musica, non solo dei Weather Report, uno scossone simile a quello della chitarra di Jimi Hendrix. Un fan insospettabile, Robert Trujillo dei Metallica, ha, per esempio, detto: «Quando lo sentii per la prima volta fu come sentire “Eruption” di Eddie Van Halen: non capivi che strumento stesse suonando

weatherreport 78Il suo carisma sul palco, la fisicità da rocker (si racconta spargesse di borotalco il palco per fare gli ingressi in scivolata) portò nuova linfa ad una band che vantava star affermate come Zawinul e Wayne Shorter allargandone il pubblico.

«Jaco possedeva una specie di magia– ricordava Zawinul- la stessa di Jimi Hendrix. Era allo stesso momento un grande strumentista e un grande musicista. Sul palco potevi sentire la potenza delle linee pulsanti sui sedicesimi e i cambi di assoli, sempre mantenendo il groove in maniera stupefacente.» Per averne un’idea valga questa “Teen Town”,inserita nel cd “Heavy Weather” del 1977, il cui titolo richiama il nome di un locale in Florida in cui il giovane Pastorius si esibiva coi Las Olas Brass.

Tagged with: