C’ERA UNA VOLTA (20)- ALEARDA PARISI PETTENA e le sue Dames de la Ville d’Aoste

Si chiamava Alearda. Nome eccentrico, che sembrava sottolineare l’unicità che caratterizzava Alearda Parisi Pettena (Varzo 3/3/1931- Ivrea 30/10/2012). Almeno nel panorama musicale valdostano, di cui è stata una delle protagoniste: prima come pianista (classica, con il violoncellista Matteis, o swingante, nelle stagioni da ballo), e, a partire dal 1968, come direttrice di gruppi corali. In particolare ha diretto per più di quarant’anni le Dames de la Ville d’Aoste, sublimandovi l’enorme curiosità e l’alto artigianato musicale. Siccome, poi, i grandi maestriLeggi altro

JUKEBOX (18)- “Burn One Down” di BEN HARPER

Sembra che il merito sia stato di Jimi Hendrix. Sarebbe stato proprio il guitar hero americano, apparsogli in sogno, ad indicare al cantautore Ben Harper (Claremont 28 ottobre 1969) la via musicale da seguire. Il risultato fu il cd “Fight for your mind”, che, nel 1996, lo fece uscire dal circuito alternativo grazie ad una accattivante miscellanea di folk, delta blues, e afro-reggae che rielaborava, attualizzandola, la lezione della musica rurale americana. Che, poi, l’apparizione di Hendrix possa essere statoLeggi altro

L’evento “Adotta un disco” di Matteo Castello ed Alessandro Pascale all’Espace Populaire di Aosta

In anni in cui i giudizi sulla musica sembrano essersi ridotti ai monosillabi in auge sui social network (“tanta roba”, “boom”, “bam” et similia) ci sono ancora giovani che imboccano, con serietà e competenza, la strada della critica musicale. E’ il caso dei due aostani Alessandro Pascale, insegnante di 28 anni, e Matteo Castello, studente universitario di 26 anni, che dal 2007 collaborano con http://www.storiadellamusica.it. Il sito web, ideato dal genovese Antonio De Giovanni, permette di scrivere recensioni di dischiLeggi altro

JUKEBOX (16)- “Mes mains” di GILBERT BECAUD

Oltre che inarrivabile cantante, Edith Piaf fu straordinaria scopritrice di talenti musicali con cui strinse sodalizi artistici e, spesso, umani. Fu così, per esempio, con Yves Montand, ma, anche, per Charles Aznavour, Moustaki e Gilbert Becaud. Quest’ultimo, nato a Tolone il 24 ottobre 1927, conobbe la Piaf all’inizio degli anni Cinquanta quando era pianista del cantante Jacques Pills e si chiamava ancora François Gilbert Silly. Per lei Becaud scrisse, con Pills, “Je t’ai dans la peau”, venendone ricambiato con laLeggi altro

JUKEBOX (15)- “Les copains d’abord” di GEORGES BRASSENS

“Les copains d’abord” è una canzone che parla di amici, che, in questo video, Georges Brassens (nato a Sète il 22 ottobre 1921) canta per i tanti amici che affollano il Bobino. Nel music-hall di Montparnasse era, del resto, di casa, visto che vi ritornò più volte nelle tappe fondamentali della sua quarantennale carriera. «Sono affezionato a questo vecchio teatro.- confessò- Si trova nel mio quartiere e prima di farci i miei recital ci andavo ad ascoltare gli altri. E’Leggi altro

JUKEBOX (14)- “The Finger Breaker” di JELLY ROLL MORTON

«Questo ficcatelo nel culo.» Conscio della sua bravura, il celebre pianista Ferdinand “Jelly Roll” Morton così apostrofa il collega Danny Boodman T.D. Lemon, alias Novecento, quando decide di “spezzarlo in due” nella sfida che è una delle scene madri del film “La leggenda del pianista sull’oceano”. Attacca, quindi, ad una velocità folle (oltre 300 di metronomo) la sua virtuosistica “The Finger Breaker”. Morton, il pezzo e la stessa sfida non sono usciti dalla fantasia di Alessandro Baricco, autore del libroLeggi altro

JUKEBOX (13)- “Canto de Ossanha” di VINICIUS DE MORAES e BADEN POWELL

Poeta, cantante, compositore e drammaturgo, Vinicius de Moraes, nato a Rio de Janeiro il 19 ottobre 1913, si definiva “il bianco più nero” che ci potesse essere. Lo era umanamente, per la selvaggia vitalità con cui ha vissuto i suoi 66 anni (Toquinho gli dedicò la canzone “Escravo da Alegria-Schiavo dell’allegria”) , ma, anche, musicalmente, per gli afro-samba composti con il chitarrista Baden Powell a metà degli anni Sessanta. Sembra sia stato Vinicius a fare scoprire le sonorità ed iLeggi altro

JUKEBOX (12) – “Manhã de carnaval” di LUIZ BONFA’

Luiz Floriano Bonfá, nato a Rio de Janeiro il 17 ottobre 1922, è tornato alla ribalta nel 2011 quando il cantautore belga Gotye fece “copia incolla” con la sua “Seville” per costruire l’hit “Somebody that I used to know”. L’”oscuro compositore brasiliano”, come lo definirono i giornali quando il misfatto si scoprì, è stato, in realtà, tra gli inventori della Bossa Nova, la “nuova tendenza” (questa la traduzione letterale)  che, fondendo samba e jazz, si affermò il Brasile sul finire degliLeggi altro

Parole e musica de L’Orage per l’evento in streaming di Radio Proposta in blu al Thèâtre de la Ville di Aosta

Lo slogan, “I have a stream”, con cui, nel giugno 2012, fu lanciato un concerto in diretta streaming dei dARI, potrebbe essere fatto proprio da tutti i musicisti pop-rock (e non solo). La possibilità di raggiungere i fans a domicilio, in diretta  via web, è, infatti, il sogno (lo slogan giocava sull’assonanza con “I have dream”, l’incipit di un famoso discorso di Martin Luther King) che accomuna pop star e musicisti di belle speranze. L’esempio più eclatante è il successoLeggi altro

Presentata la SAISON CULTURELLE 2013-14, quella “dell’anno zero” per la riduzione dei costi e la nuova sede (il teatro Splendor)

“E’ la Saison anno zero”, ha detto Elmo Domaine presentando, l’11 ottobre, la Saison Culturelle 2013-2014, la più importante rassegna di spettacoli valdostani. Il dirigente dell’Assessorato regionale all’Istruzione e Cultura ha parlato per ultimo, dopo che all‘ex-cinema Splendor di Aosta si erano rapidamente susseguiti il nuovo assessore, Joëll Farcoz, e i consulenti Isabelle Godecharles (per gli spettacoli e le conferenze francofone), Emanuela Lagnier (per la musica) e Carlo Chatrian (per il cinema). Ed è stato proprio Domaine (“l’anima della Saison”, comeLeggi altro