L’Assemblea della Compagnie Teatrali Professionali Valdostane si presenta chiedendo meno tagli ai finanziamenti e più partecipazione alla politica culturale

Ci sono quasi 1000 metri di dislivello tra Morgex e Liconi. Una salita lunga, a tratti faticosa, che l’ultima domenica di agosto gli abitanti del paese affrontavano a piedi, tutti insieme, per festeggiare la statua della Madonna di Lourdes situata in una grotta un po’ sopra l’abitato di Liconi. E’ stato così finchè il benessere e l’aggiustamento della strada non hanno permesso di salire in auto. Da allora a Liconi, per festeggiare, non si va più “a piedi e tuttiLeggi altro

La musica che parla al cuore di PAOLA TURCI riscalda Courmayeur

C’è la musica che prende alla pancia: quella viscerale, ideale per coinvolgere grandi masse, facendo, preferibilmente, perdere loro il contatto con la realtà. E c’è la musica che parla al cuore e all’intelletto: quella in cui si è sempre soli con sé stessi, anche in mezzo a tanta gente, perché aiuta la riflessione e la consapevolezza. Quella che “attraversa il cuore”, virtù magica che la cantautrice romana Paola Turci ha confermato di possedere anche la sera del 23 agosto sulLeggi altro

PURE QUESTO E’ AMORE (18)- Fu con la morte di Rodolfo Valentino che nacque la necrofilia divistica

Erano erano le 12.10 del 23 agosto 1926 quando, a New York, moriva, per peritonite, Rodolfo Alfonso Raffaello Pierre Filibert Guglielmi di Valentina D’Antonguella. Col nome d’arte di Rodolfo Valentino era in quel momento il più grande divo cinematografico del mondo. Incarnazione ineguagliata di tre attributi- bellezza, seduzione, successo- che la gente ammira, ma non perdona. Non a caso “l’adorato” Valentino morì a 31 anni affetto da ulcera gastrica, con una vita sentimentale fallimentare, il soprannome di “piumino per cipriaLeggi altro

“ETETRAD 2013”: “The show must go on” anche senza finanziamenti regionali

Dopo anni in cui l’ha aiutata, se non, addirittura, coccolata, l’amministrazione regionale valdostana sembra quest’anno essersi dimenticata della musica tradizionale, ed, in particolare, della sua massima espressione a livello locale: il festival Etetrad. A causa della crisi economica, ma non solo, dopo 17 anni è stato, infatti, azzerato il finanziamento per la finestra sulle “musiques traditionelles du monde en Vallée d’Aoste”. «Non è tollerabile– ha commentato Vincent Boniface, che con la sua famiglia da sempre l’organizza- che l’amministrazione regionale giriLeggi altro

CADIO lascia i dARI per andare a studiare in Cina

Buttandola un po’ sul ridere si potrebbe dire che adesso sarà molto più difficile (ma non impossibile) che si ritrovi all’improvviso, com’è successo più volte, le sue fans italiane davanti casa. Perché per due anni il ventiseienne Andrea “Cadio” Cadioli andrà a specializzarsi in Architettura a Pechino. Si tratta di “uno di quei treni che passano soltanto una volta” che ha, però, come conseguenza la fuoriuscita dai dARI, il gruppo valdostano di cui il “ciuffoso” tastierista era da sette anniLeggi altro

L’ELOGIO DEL MULO VALDOSTANO di Daniele Gorret

Per quanto io salga e io discenda queste valli, più non ritrovo la forma ispida-cordiale la marcia forte-certa del mulo valdostano ..Docili perfetti carichi o di sassi o d’uomini o provviste passavate: nipoti dei nipoti dei nipoti dei muli che vinsero la guerra (il Grappa il Pasubio l’Adamello): guerra o pace per voi uguale sempre sforzo sacrificio. Pure, ogni volta, c’era un punto fermo oltre il quale- soldato o contadino- il mulo non andava: questo punto chiamalo, se vuoi: UmanaLeggi altro

Il lavoro sulla memoria di “ITALIANI” di Johnson Righeira, Giorgio Li Calzi e Gian Luigi Carlone

“Stanne pur sicura io non ti scorderò”. Lo cantavano trent’anni fa i Righeira nel loro grande successo “L’estate sta finendo”, una canzone sul tempo che passa per molti versi profetica. Ed è, proprio, lavorando sulla memoria, in questo caso della canzone italiana, che è nato lo spettacolo “Italiani”, il progetto più recente di Stefano Johnson Righi. Presentato in prima assoluta alla Reggia di Venaria il 14 luglio, per il festival “Teatro a Corte”, “Italiani” è frutto della sua collaborazione con il trombettistaLeggi altro

Dal 7 al 10 agosto, STRADE DEL CINEMA 2013 si reiventa tornando alle origini

Persi, a causa della crisi economica, la sua sede storica (il Teatro Romano) ed una parte dei finanziamenti (che quest’anno ammontano a soli 40.000 euro), “Strade del cinema”, il festival internazionale del cinema muto musicato dal vivo, si è dovuto reinventare. «Questa undicesima edizione– spiega il suo direttore artistico, Marco Gianni – è stata pensata come un ritorno alle origini del festival, che ritrova una collocazione più “diffusa” sul territorio della città.» Ecco, quindi, che accanto alla Cittadella dei Giovani,Leggi altro