Ad Aosta Classica, MUSICA NUDA festeggia il decennale con l’Orchestra Synfonia

1 FB Colour Musica Nuda, Daniele Di Gregorio e Synfonica (by gaetano Lo Presti) IMG_0050 copy

1 Musica Nuda (by Gaetano lo presti)  IMG_2408Come tutta la grande Arte, un concerto del duo Musica Nuda, formato dalla cantante Petra Magoni e dal contrabbassista Ferruccio Spinetti, pone delle domande. La prima è, sicuramente: come mai due così bravi non abbiano ancora raggiunto il successo di massa?

1 Musica Nuda (by IGaetano Lo presti) MG_2407Lei pirotecnica, con quella voce portentosa che lancia, spericolata, ad altezze vertiginose (non a caso è un’appassionata di alpinismo e free climbing) riuscendo, comunque, sempre a guidarla con mano sicura (non a caso è anche driver di trotto) .

1 Musica Nuda (by Gaetano Lo Presti) IMG_2410Dall’altra parte lui, il suo speculare contraltare, un casertano flemmatico e minimalista che ama i silenzi che tanta importanza hanno nella loro musica.

La domanda di cui sopra è rimbombata nella testa di molti spettatori anche quando, il 23 luglio, i due si sono esibiti in uno splendido concerto al Teatro Splendor di Aosta per Aosta Classica. Nell’occasione hanno riproposto il cd “Banda Larga”, pubblicato a gennaio per l’etichetta Blue Note, con cui hanno festeggiato il decennale vestendo la loro musica a festa con tanto di orchestra di oltre sessanta elementi diretti dal polistrumentista marchigiano Daniele Di Gregorio.

1 Musica Nuda (by Gaetano Lo Presti) IMG_2416Il fido collaboratore di Paolo Conte (suona e arrangia per lui da 23 anni) ha curato anche gli arrangiamenti delle venti tracce, che comprendono 5 suoi preludi, pezzi inediti (scritti da Spinetti e Magoni, ma, anche, dal meglio della nouvelle vague italiana: da Max Casacci a Joe Barbieri, da Alessio Bonomo a Francesco Bianconi) e due cover (“Les Tam Tam du Paradis” di Conte e “Des Rondes dans l’eau”, una vecchia canzone di Françoise Hardy).

1 Musica Nuda (by Gaetano Lo presti) IMG_2411Per poter rendere il suono del cd, ad Aosta Musica Nuda si è avvalsa della valdostana orchestra Synfonica, Orchestre de Chambre de la Vallée d’Aoste. Una formazione anch’essa minimale, composta com’era da 12 archi e 4 fiati, ma che forse anche per questo si inserita perfettamente nella loro musica, regalando momenti di incanto sonoro. «E’ perfetta-ha precisato Di Gregorio- anche perché il disco l’ho orchestrato pensando a tanti piccoli quadri per diversi organici, non usando sempre l’orchestra sinfonica al completo

1 Trio (by Gaetano Lo Presti)IMG_2418L’orchestra ha suonato nella seconda parte di un concerto iniziato in trio, con Di Gregorio alla marimba, e proseguito nella classica formazione in duo che ha proposto pezzi come “Come Together” e “Bellezze in bicicletta”. La formula minimale che ha fatto la fortuna dei Musica Nuda, che hanno all’attivo sette cd, collaborazioni prestigiose (da Stefano Bollani ad Al Jarreau) e concerti in tutto il mondo (cinque anni fa si erano già esibiti ad Aosta Classica). «Musica Nuda è una realtà unica nel panorama internazionale– ha sottolineato Di Gregorio- hanno spogliato la musica di tutto ma, all’interno di questa nudità, c’è tutta la musica, perché è rimasta l’essenza

PROGRAMMA

IN TRIO

Des rondes dans l’eau (Barouh/Le Senechal)

Fronne (Spinetti/Ciaramella)

Qui tra poco pioverà (De Crescenzo/Magoni/Spinetti)

Sacro e profano (Di Gregorio)

Lirico Lirica (Romanelli/Bungaro)

Luna suadente (Riva/Marrale)



IN DUO

Come Together (Lennon/McCartney)

Lei colorerà (Spinetti/Bonomo)

Bellezze in bicicletta (Marchesi-D’Anzi)

Rimando (Casacci)



CON L’ORCHESTRA

Preludio Aria C’è (Di Gregorio)

Aria C’è (Salerno)

Spina Dorsale (Barbieri)

Carica Erotica (Parigi/Kaballa/Spinetti)

Le cose (Bianconi)

Preludio Um outro Olhar (Di Gregorio)

Um outro Olhar (Dadi/Ziccardi)

Preludio Tu la prima volta di tutto (Di Gregorio)

Tu la prima volta di tutto (Spinetti)

Libera (Bonomo/Spinetti)

BIS

Un giorno dopo l’altro (Luigi Tenco)

I will survive

Les Tam Tam du Paradis