MALIKA AYANE fa “Ricreazione” al Saint-Vincent Resort & Casino

1 Malika(by gaetano lo presti)  IMG_2093

1 Malika(by Gaetano Lo presti)  IMG_2095L’ultimo concerto in terra valdostana di Malika Ayane, la scorsa estate agli oltre 1900 metri del Belvedere del Colle San Carlo di Morgex, era rimasto nella memoria di chi vi aveva assistito per il fascino della sua voce ma, anche, per la bellezza del panorama della catena del Monte Bianco che aveva alle spalle. Tanto bello che, a un certo punto, la ventinovenne cantante milanese di padre marocchino si era voltata ad ammirarlo, dicendo: «Scusate le spalle, ma è uno spettacolo troppo bello.»

1 MALIKA AYANE_Ricreazione_cover_mediaIn quell’occasione Malika aveva confessato di sentirsi ospite di “un salotto nel prato”, la stessa atmosfera che si respira nella copertina del suo ultimo cd “Ricreazione” che il 17 maggio l’ha riportata in Valle per presentarlo, nell’ultima data del suo tour teatrale, nella Sala Gran Paradiso del Saint-Vincent Resort & Casino. «La scorsa estate– ha raccontato Malika- stavamo finendo la produzione di “Ricreazione” e la sua musica mi ha portato desiderare l’atmosfera di luoghi, come quello di Arpy, straordinari, in cui suonare e mettere, seppur per un tempo limitato, radici.»

I bellissimi video delle sue canzoni, ma, anche, la cura che mette nel costruire atmosfere sonore, dimostrano, del resto, che l’ambientazione è molto importante per la cantante. «Sono ossessionata dal binomio musica-immagine.- ha, infatti,ammesso- L’affiatamento, poi, che ho con una band che mi segue fin dal primo disco fa sì che durante la registrazione del disco abbia dato indicazioni di suonare cercando di visualizzare la musica

1 Malika (by gaetano lo presti)  P1050906Accanto ai suoi storici successi (da “Feeling Better” a “Come le foglie”, da ““Soul waver” a “Just believe in love”), la scaletta di Saint-Vincent è stata dominata dai pezzi di “Ricreazione” che contiene hit come “Tre cose ” e le canzoni presentate all’ultimo Festival di Sanremo: ”E se poi” e “Niente”. «Il cd racconta le diverse fasi di un amore in tempo di crisi.- ha spiegato- Si tratta di monologhi interiori, che non vogliono essere giudizi morali o spiegazioni di nessun tipo, ma raccontano solamente il mio punto di vista su un sentimento che è il motore dell’universo. L’unico elemento che possono capire tutti, dai bambini agli anziani e l’unico argomento, musica a parte, di cui posso effettivamente dire qualcosa.» Nella sua educazione sentimentale in musica molta importanza ha, indubbiamente, avuto Giuliano Sangiorgi, cantante dei Negramaro ed autore di alcune delle sue migliori canzoni sul tema. «Mi ritrovo nella sua capacità di dire cose anche dure con semplicità. Con metafore di facile comprensione, come quelle di “Niente”, esprime il diritto di avere una parte scura con innocenza, non necessariamente con sentimenti negativi

1 Malika(by gaetano lo presti) IMG_2096

Sul palco di Saint-Vincent Malika è stata accompagnata da una formazione di ben dieci elementi che comprende: Leif Searcy (batteria), Marco Mariniello (basso), Stefano Brandoni (chitarra), Carlo  Gaudiello (pianoforte), Giulia Monti (violoncello), Daniele Parziani (violino), Marco Venturi (viola), Giampaolo Mazzamuto (tromba), Andrea Andreoli (trombone) e Moreno Falciani (flauto e sax). «Il titolo del cd, “Ricreazione”,- ha concluso- è legato al fatto che si tratta di uno spartiacque tra il mio passato ed il futuro, ma, anche, perché col gruppo ci divertiamo come matti, e questo si sente in un concerto che non esito a definire stupendo, anche perché frutto di una produzione che ho curato nei minimi particolari