CD NEWS (3) – “INSOMNIAC” di THE ROOM (2013): quando l’insonnia diventa flusso di coscienza sonoro

The Room FB 270817_522614457769556_445054269_n

The Room FB 270817_522614457769556_445054269_n

1 Loris Massera FB  (by Gaetano Lo presti) IMG_1541Per il chitarrista Loris MasseraInsomniac”, il primo album dei suoi The Room, è molto di più di un semplice cd. I 12 brani sono, infatti, il diario di un disturbo, l’insonnia, che lo ha afflitto per anni.

1 RobertaBrochet FB (by Gaetano Lo Presti)  IMG_1542E’ durante le lunghe notti in bianco che sono nati i testi (in inglese) sui quali, negli anni, ha modellato una musica onirica ed inquieta in collaborazione con la compagna Roberta Brochet (canto e chitarra).

Oltre ad avere radici profonde, il progetto viene, infatti, da lontano, concretizzandosi adesso coi The Room, gruppo nato nel 2007 in cui hanno portato la loro esperienza veterani della scena valdostana come Luca Ventrice (tastiere e chitarra), Patrick Faccini (basso) e François “Cianci” Domaine (batteria).

1 Luca FB (by Gaetano Lo presti) IMG_1546La vertiginosa lucidità dell’insonnia è stata, così, trasformata da Massera in una “musica per notti ad occhi aperti” che nel cd raggiunge la visionarietà emozionale attraverso un ininterrotto flusso di coscienza sonoro. La scaletta del cd segue fedelmente la cronistoria della tranquilla notte da paura di un insonne. Dopo la pace della love song “Purple evening sky”, in “Dreamloser” l’inquietudine comincia ad impadronirsi del protagonista. «E’ un po’ come quando i bambini guardano sotto il letto per vedere se c’è il bau bau.- spiega Massera- E, anche se non lo si vede, si percepisce che c’è qualcosa che non va. Non fuori, ma dentro di noi. E’ da lì che si insinua suadente “Lady Insomnia”, ripetendo: “Please, don’t sleep tonight”.»

1 Patrick Faccini FB (by Gaetano Lo presti IMG_1545Ed ecco, allora, che più uno tenta di dormire e più vengono fuori i pensieri che non lo permettono (“Visions at 2 A.M.” e “Visions at 5 A.M.”) e si entra nel limbo della perdita della coscienza del tempo (“(this is) The gap” e “Stilltime”), della caccia ai fantasmi della mente (“Hunting shadows”) e della “Chinese torture” dei pensieri fissi. Finché il mattino arriva come una salvezza (“Morning saves”). «Arrivi alle 5– continua Massera- che, oltre che stanchissimo, ti senti un diverso rispetto a quelli che dormono, per cui hai fretta che arrivi la sveglia per ritornare ad essere “normale”

Un cd al di là dei generi musicali, bellissimo e visionario come certi film di David Lynch (di cui, non a caso, Massera ha inserito campionature di film), che ha un perfetto trailer nel video di “Visions at 2 A.M.” realizzato dal regista Max Monticone nell’ambito del progetto R.I.P. Productions di Patrik Nicotera.