L’illogica allegria della FOIRE DE SAINT-OURS 2013

Lo so del mondo e anche del resto, 
lo so che tutto va in rovina…
ma di mattina, quando la gente dorme 
col suo normale malumore,
 può bastare un niente,
forse un piccolo bagliore,
 un’aria già vissuta, un paesaggio, che ne so…

 E sto bene…
sto bene come uno che si sogna…
non lo so se mi conviene 
ma sto bene, che vergogna…
Io sto bene…
proprio ora, proprio qui…
non è mica colpa mia se mi capita così…

 E’ come un’illogica allegria
 di cui non soLeggi altro

Il cannibale musicale ENZO AVITABILE al Palais Saint-Vincent

Il regista statunitense Jonathan Demme è affascinato dai cannibali. Così, dopo avere fatto del dottor Hannibal “the Cannibal” Lecter il protagonista del suo celebre film “Il silenzio degli innocenti”, lo scorso anno ha presentato al Festival di Venezia il documentario “Music Life” dedicato al sassofonista e cantautore napoletano Enzo Avitabile (1 marzo 1955), che il 26 gennaio è stato protagonista al Palais Saint-Vincent di un concerto della Saison Culturelle. Anche il cinquantasettenne napoletano, infatti, è, musicalmente, un “cannibale”. Lo dimostraLeggi altro

La curiosità golosa di Alberto FACCINI e Bobo PERNETTAZ

Bobo Pernettaz ci ha preso gusto e anche quest’anno, poco prima della Foire de Saint Ours, ha proposto un antipasto delle sue composizioni di legni esausti all’Osteria La Cave di via De Tillier 3, ad Aosta. «Una cosa piccola– tiene a precisare- una “mostrina” tra amici e con amici.» Uno di questi è Alberto Faccini che lo affianca con l’esposizione dei suoi disegni iperrealisti a carboncino di treni, castelli e volti. Omone alto e grosso, ma leggero come il fumoLeggi altro

La voce da Dio di ARNOLDO FOA’

Se Dio ha una voce, questa non può che essere quella di Arnoldo Foà (Ferrara 24 gennaio 1916). Una boutade, certo, ma fino ad un certo punto. Lo dimostrano i produttori del kolossal “La Bibbia” di John Houston che, nel 1966, scelsero, proprio, l’attore ferrarese per doppiare la voce divina. Su quella voce “da Dio”, e su una bravura frutto di talento e mestiere, l’attore ha costruito una lunghissima carriera che lo ha visto esprimersi ai massimi livelli in teatroLeggi altro

FEDERICO FELLINI: Dire la verità, quello che non so, che cerco, che non ho ancora trovato. Solo così mi sento vivo.

Scena finale di “8 1/2″ di FEDERICO FELLINI (Rimini, 20 gennaio 1920 – Roma, 31 ottobre 1993) Alla conferenza stampa organizzata dal produttore, il regista GUIDO ANSELMI (Marcello Mastroianni) annuncia l’intenzione di abbandonare la regia del film che doveva realizzare. La sua confusione professionale rispecchia quella vitale: è la fine della sua carriera e della sua stessa vita. Ma proprio quando tutto sembra finito, quando i giornalisti si sono allontanati e le maestranze iniziano a smontare il set di un filmLeggi altro

Le rabbiose schegge sonore della FUZZ ORCHESTRA

E’ curioso come uno dei cd italiani più politicamente impegnati degli ultimi anni sia quello di un gruppo, senza cantante, che fa pezzi strumentali. Un paradosso che si chiarisce all’ascolto di “Morire per la Patria“, il terzo cd, pubblicato a dicembre, della Fuzz Orchestra, la band lombarda che si è esibita il 18 gennaio all’Espace Populaire di Aosta per la rassegna Espace Indie Friday. Su un violento tappeto di matrice heavy rock prodotto, con ampie libertà, da Paolo Mongardi (batteria) eLeggi altro

STANLEY KUBRICK: la fotografia come studio sociologico o parabola

Genio precoce, il regista Stanley Kubrick (New York, 26 luglio 1928 – Harpenden, 7 marzo 1999) non era tipo da sprecare entusiasmi. Un compagno di scuola ricordava, infatti, che il piccolo Stanley gli chiedeva di fargli copiare i compiti per non dover “perdere tempo” a impegnarsi in qualcosa che non lo appassionava. Quando, però, scoccava in lui la scintilla finiva per dare pienamente ragione alla madre che andava ripetendo che nella vita avrebbe potuto fare qualsiasi cosa. Anche l’essere diventatoLeggi altro

I CANTACRONACHE: Avanti o popolo con la chitarra rossa

I movimenti che sconvolsero socialmente gli anni Sessanta furono movimenti che cantavano. Non avrebbe potuto essere altrimenti, visto che ad esserne protagonisti furono i giovani che, dopo anni di “ordinaria” repressione, portarono il loro protagonismo ribelle e la loro impaziente speranza di rinnovamento anche nelle canzoni (da sempre veicolo importante delle istanze sociali delle classi più deboli). “Avanti o popolo con la chitarra rossa”, dunque (per dirla con Zucchero). A cominciare da quel gruppo di giovani intellettuali torinesi che, traLeggi altro

CD NEWS (1) – “Aria con da capo” del COLLETTIVO DECANTER (2012)

Come alcuni vini hanno bisogno di decantare per un certo tempo perché l’aroma ne venga esaltato, così i Collettivo Decanter, che da questo processo prendono il nome, ci hanno messo cinque anni per distillare la raffinata miscela del cd “Aria con da capo” presentato lo scorso 14 dicembre al Birrificio B63 di Aosta. Risale, infatti, al 2007 l’incontro di Marta Caldara, trentacinquenne pianista, vibrafonista e percussionista di Saint-Vincent, con il chitarrista flamenco torinese Marco Perona. Con l’arrivo della cantante parmense AlessiaLeggi altro

Rodčenko: con la fotografia dobbiamo rivoluzionare il nostro pensiero visivo

In russo la radice “rod” si trova nella parole “roždenie (nascita)” e “rodit (partorire)”. Non è, quindi, un caso si trovasse nel cognome di Aleksandr Michajlovič Rodčenko, grande fotografo, oltre che pittore e grafico, russo (San Pietroburgo, 23 novembre 1891- Mosca, 3 dicembre 1956). «Papà diceva, scherzando, che con un cognome come quello doveva per forza partorire qualcosa di nuovo», ha ricordato, infatti, la figlia Varvara. Dopo un inizio come pittore, Rodchenko si avvicinò, nel 1924, alla fotografia per realizzareLeggi altro