40 graNdi all’ombra (5) BEPPE D’ONGHIA e LUCIO DALLA

Non è facile trovare sul web una foto (o dei video) di Beppe D’Onghia con Lucio Dalla. Eppure del compianto cantautore il musicista pugliese (è nato a Taranto il 31 luglio 1963) è stato per oltre 20 anni il collaboratore, forse, più importante. Dai tour DallaMorandi (’90) e DallAmeriCaruso (’95) alle registrazioni di “Henna” e “Amen”. Per non parlare dell’importanza avuta nella sua svolta classica con l’opera “Tosca Amore Disperato” ed i concerti con il Nu-Ork Quintet (con cui ha registratoLeggi altro

Il filosofo equilibrista BOBO PERNETTAZ espone al Forte di Bard

Si definisce “sarto di legni esausti”, ma l’artista valdostano Bobo Pernettaz è, soprattutto, un equilibrista. Della vita e dell’arte. Che, poi, è la stessa cosa. Anzi un “filosofo equilibrista”, com’è il titolo di una delle opere che da ieri al 9 settembre saranno esposte alla mostra che si tiene nelle Scuderie del Forte di Bard. E’ ispirandomi a quest’opera (e ad una canzone di Marta sui tubi) che nella didascalia della mostra (e del catalogo) ho scritto: “L’artista è unLeggi altro

Il ritorno di FABIO CONCATO entusiasma il pubblico del Teatro Romano di Aosta

“E’ un tempo un po’ incivile che procura molta bile”. Questi versi scherzosi che Fabio Piccaluga, in arte Fabio Concato, recita sornione in un video nel suo sito dicono due cose: primo, che il cinquantanovenne cantautore milanese che il 25 luglio si è esibito al Teatro Romano di Aosta è un “finto serio” (e non potrebbe essere diversamente per uno che negli anni Settanta faceva cabaret al Derby di Milano) e, secondo, che per la canzone d’autore sono tempi durissimi.Leggi altro

La “strana coppia” FRESU-EINAUDI al Forte di Bard

Il tutto esaurito registrato dal concerto che il 20 luglio Ludovico Einaudi e Paolo Fresu hanno dato nella Piazza d’Armi del Forte di Bard, per “Musicastelle in Blue”, testimonia la fama dei due musicisti, ma, anche, la curiosità che circondava il tipo di musica che questa “strana coppia” avrebbe potuto fare. Il trombettista sardo ha, infatti, alle spalle una trentennale carriera che ne ha fatto uno dei jazzisti italiani più noti, mentre il pianista e compositore torinese ha raggiunto ilLeggi altro

GORAN BREGOVIC ad Aosta: if you don’t go crazy you are not normal

Il 23 luglio la diciasettesima edizione della rassegna “Aosta Classica” è stata inaugurata, al Teatro Romano di Aosta, con un brindisi beneaugurante a base di “sljivovica & champagne”, dove la balcanica sljivovica indirizza subito verso il sommellier musicale d’eccezione della serata: Goran Bregovic. “Alkohol (Sljivovica & Champagne)” è, infatti, l’ultimo cd del sessantaduenne musicista bosniaco, prima parte di un progetto che a settembre sarà completato da “Champagne for gypsies”.
«Nella nostra cultura qualche sorso di sljivovica, la nostra acquavite, non è affattoLeggi altro

ESPERANZA SPALDING risplende al Forte di Bard

Le stelle hanno una loro evoluzione che, curiosamente, si è riprodotta, in senso opposto, nel programma della rassegna “Musicastelle in Blue”, organizzata quest’estate a Bard dal “Blue Note” di Milano con l’assessorato regionale al Turismo. Si è, infatti, iniziato il 13 luglio con la stella più anziana, il sassofonista Wayne Shorter (che nell’immensa discografia ha anche un cd intitolato “Supernova”) e si è finito con l’astro nascente Esmeralda Spalding, che il 21 luglio si è esibita nella Piazza d’Armi delLeggi altro

La PAT METHENY UNITY BAND stupisce (e si stupisce) al Forte di Bard

Era il 1980 quando il ventiseienne Pat Metheny registrava il cd “80/81” con l’aiuto di due giganti del sassofono come Michael Brecker e Dewey Redman. Ed era, invece, il 1986 quando pubblicava “Song X” con Ornette Coleman. Da allora ha collaborato con chitarristi, tastieristi, bassisti e percussionisti, ma mai (tranne nel 2005 per una episodica reunion con Coleman) con sassofonisti. E’, quindi, con grande curiosità che nel giugno scorso è stata accolta la pubblicazione del cd della sua nuovissima UnityLeggi altro

Il “concerto da ricordare” di ENRICO RUGGERI sotto il castello di Ussel

“Una cornice spettacolare per un concerto unico nel suo genere”. Enrico Ruggeri ha commentato così, sul suo Twitter, l’esibizione che nel pomeriggio del 17 luglio ha tenuto davanti al castello di Ussel per la rassegna “Musicastelle outdoor” organizzata dall’assessorato regionale del Turismo. “Un ricordo da conservare” per uno che fa le vacanze andando in giro per concerti. «Non faccio vacanze perché non mi diverto.– ha spiegato il cinquantacinquenne cantautore milanese- Essendo, però, un curioso, quando vado nei posti mi piaceLeggi altro

All’Arena Croix Noire di Aosta si è celebrato il trionfo del divo LENNY KRAVITZ

Non aveva il cocchio, ma il trionfo del divo Leonard Albert Kravitz, meglio noto come Lenny Kravitz, si è egualmente celebrato con un festoso bagno nella folla che il 16 luglio gremiva l’Arena Croix Noire di Aosta. Per la disperazione del servizio d’ordine, che non si aspettava facesse il giro dell’intera Arena durante l’esecuzione della finale “Let love rule”, e la gioia dei fans gasati da un’esibizione che ha confermato la sua fama di grande performer. Aiutato da una dreamLeggi altro

Così parlò WAYNE SHORTER

Al Forte di Bard è il momento della rassegna “Musicastelle in Blue”, organizzata dall’assessorato regionale al Turismo con il Blue Note di Milano, che, fino al 21 luglio, vedrà sfilare nella sua Piazza d’Armi sei big del jazz. Il 13 luglio si è cominciato alla grande con la stella più lontana ed enigmatica (la biografa Michelle Mercer lo ha definito “un enigma jazz avvolto nel proprio mistero”), quella che, in ogni caso, da più tempo brilla nel firmamento mondiale, indicandoLeggi altro