Il rap di TWO FINGERZ ed EMIS KILLA apre l’AOSTA SOUND FEST

Pur nella varietà delle proposte, l’“Aosta Sound Fest” si distingue dalle altre rassegne estive valdostane perché è quella che maggiormente cerca di andare incontro ai gusti dei giovani. Lo conferma il concerto di apertura, che il 9 giugno, alle 21, vedrà protagonista, sul palco dello stadio Puchoz di Aosta, il rap dei Two Fingerz e di Emis Killa, per un’iniziativa che, essendo una specie di festa di fine anno scolastico, prevede per gli studenti un biglietto ridotto (10 euro, invece di 12).

Basta, d’altronde, scorrere le classifiche di vendita su iTunes per vedere come nelle prime cinque posizioni ci siano due gruppi rap: Club Dogo (primi) e Two Fingerz (quinti). «Siamo in classifica da 2 settimane, evidentemente il rap tira.» Ad affermarlo è il rapper/frontman Daniele Lazzarin, meglio conosciuto come Danti, che forma i Two Fingerz col producer Riccardo Garifo detto Roofio. «E tira– continua- perché il pubblico che segue i concerti e compra la musica su internet è fatto di ragazzini, che nel rap sentono quel senso di ribellione che cantanti più tradizionali, come, per esempio, la Pausini, non trasmettono.» Non è, quindi, un caso che il vostro ultimo cd si intitoli “Mouse Music”? «Per noi la musica è ormai digitale perché suoniamo strumenti digitali e siamo topi da studio. Ma il titolo ha un significato polivalente, come, del resto, il nostro nome, perché due dita possono significare pace ma, anche, mandarti a quel paese. Sono nomi e titoli versatili come, del resto, siamo noi.» Brano di punta del cd è “Questa musica”, che parlando di “tetto che viene giù” e “le case di una volta non le fanno più” evoca, quasi, il recente terremoto in Emilia. «Il testo è di un’attualità spaventosa– ammette Danti- In realtà si riferisce alle case discografiche, e nel nostro genere si dice che “viene giu’ il soffitto” per una musica potente. E’ tutto un gioco per dire che le etichette una volta scommettevano anche su gruppi non consolidati mentre adesso si cerca di prendere gente che già vende.»

Come i Two Fingerz, che sono distribuiti dalla Sony, e come il ventiduenne rapper lombardo Emiliano Giambelli, meglio conosciuto con lo pseudomino di Emis Killa. Affermatosi grazie al tam tam sul web, dove il video della suaParole di ghiaccio, tratto dall’album “L’erba cattiva”, ha ricevuto 5 milioni di visite in meno di un mese. Recente vincitore de TRL Awards, come miglior artista emergente 2012, ha un talento innato per le rime “sparate” a velocità supersonica. Organizzato dalla “3bite”, Aosta Sound Fest è finanziato dal Comune di Aosta e dalla Chambre valdôtaine.

Taggato con: