Il sensuale tango sotto la luna di LUCIANA SAVIGNANO

Mi fece un certo effetto, in una uggiosa mattina aostana, sentire al telefono la limpidissima voce di Luciana Savignano, una delle migliori ballerine di sempre, che il giorno dopo, 27 ottobre 2004, sarebbe stata la protagonista al Teatro Giacosa di Aosta dello spettacolo di danza “Tango di luna”. «Secondo me la voce rispecchia quello che una persona ha dentro– mi spiegò- E’, come gli occhi, lo specchio dell’anima.» Non ci fu, quindi, bisogno di tante domande per capire che ancheLeggi altro

QUESTA CITTA’ : il nuovo cd degli ELETTROCIRCO

C’è circo e circo. Da quello tradizionale basato sul protagonismo di acrobati, giocolieri e clown, si è, infatti, passati al “nouveau cirque”, alla Cirque du Soleil, in cui tutto ciò, unificato dalla musica, si è trasformato in un racconto teatrale corale. Un’evoluzione simile hanno avuto gli Elettrocirco, gruppo formato nel 2009 da alcuni dei migliori musicisti pop rock valdostani, che hanno appena pubblicato il nuovo cd “Questa città”. Oltre che per alcuni aggiustamenti di formazione, gli Elettrocirco sono “nuovi” per unaLeggi altro

ARTE (27) L’inevitabile leggerezza dei bronzi di FERNANDO REGAZZO alla libreria À la Page

Se per Milan Kundera poteva essere un dubbio (“L’insostenibile leggerezza dell’essere, è questa la meta?”), per lo scultore aostano Fernando Regazzo la leggerezza è una certezza. Concretizzatasi nelle sue statue di bronzo, così etèree anche quando sono a grandezza naturale e pesano 150 chili. Leggerezza “inevitabile”, si potrebbe dire, visto che le sue opere sono fatte “della stessa materia di cui sono fatti i sogni”. «Più che partire da un disegno, io le statue me le sogno.- spiega Regazzo– PerLeggi altro

C’ERA UNA VOLTA (13) ARTURO JEMMA, un batterista tra le nuvole

Anche le morti più discrete e appartate, possono, grazie a Facebook, assumere il clamore e l’emozione, momentanea, del grande lutto. E’ quello che è successo il 21 novembre 2011 nel giro dei rockettari valdostani, per uno di loro, il batterista Arturo Jemma, deceduto quel giorno all’Ospedale Parini di Aosta. “Oggi si è spenta una luce…tutti noi siamo un po’ più poveri e un po’ più al buio… Ciao Artur!”, ha scritto il fotografo Luca Perazzone. “Ti saluto in silenzio”, haLeggi altro

PAOLO SPACCAMONTI: una chitarra per viaggiare nel subconscio

Almeno per una sera, ad Aosta, si sono ascoltate buone notizie. Purtroppo solo musicali, ma di questi tempi è già qualcosa. “Buone notizie” è, infatti, il titolo dell’ultimo cd del chitarrista torinese Paolo Spaccamonti che il 18 novembre si è esibito all’Espace Populaire per la rassegna “Espace Indie Friday”. «Il titolo– ha spiegato – è un po’ provocatorio, visto che, sia nella realtà in cui viviamo che nel “mood” del disco, di buone notizie c’è poco. Mi piace, però, giocareLeggi altro

GATTI (10) Gatti, amori e altri disastri di STEFANO DI MICHELE

Io mica lo volevo un gatto… Figurarsi due. Non sono tipo da farsi fare fesso, io. Non se ne parla nemmeno, davvero. I gatti stanno bene per strada, i gatti vanno bene sui tetti. Miagolanti e vagabondi. Stanno bene dappertutto, i gatti: sui tetti, in cantina e nei cortili. Ma non a casa mia. E, se devo partire, a chi lo lascio? Ti ricordo che faccio il giornalista io, casomai lo avessi dimenticato. Comunque niente gatti, mai e poi mai…Leggi altro

C’ERA UNA VOLTA (12) FEMME PUBLIQUE

Era il 1999 e in pochi mesi, con la loro spiccata personalità musicale, misero a rumore il piccolo mondo del rock valdostano. Proprio come la scandalosa “Femme Publique” del film di Andrzej Zulawski da cui avevano preso il nome. Dietro questa sigla si celavano il trentenne Andrey Spinella ed il trentatreenne Claudio “Zac” Zanchetta: deejay e conduttore radiofonico il primo, chitarrista di lungo corso il secondo (Crom, Nullaosta, Black Like). Colleghi alla Facoltà di Scienze Politiche di Torino, i dueLeggi altro

PURE QUESTO E’ AMORE (9) EYES WIDE SHUT

Sandor Szavost (Sky Dumont): Vede qualcuno che conosce? Alice Harford (Nicole Kidman), guardando il marito (interpretato da Tom Cruise) che si intrattiene con due ragazze: Mio marito. Sandor Szavost: Oooh. Sa qual è il vero fascino del matrimonio? È che rende l’inganno una necessità per le due parti. Mi chiedo come mai una bella donna, che potrebbe avere qualunque uomo in questa sala, ha voluto sposarsi? Alice: Non avrei dovuto. Sandor Szavost: Ooh, vanno così male le cose? Alice: No,Leggi altro

Il “prete da marciapiede” DON GALLO presenta ad Aosta il libro “Se non ora, adesso”

L’ottantatreenne Don Andrea Gallo non è certo tipo da mezze misure. Lo dimostra una vita religiosa spericolata, come canterebbe il suo amico Vasco Rossi, portata avanti, sul filo della scomunica, per cercare di recuperare quegli emarginati e diversi che tanto piacevano all’altro suo amico Fabrizio De Andrè. Dal 1970 questo prete “angelicamente anarchico” opera, a Genova, nella parrocchia di San Benedetto al Porto, dove ha fondato una comunità che si occupa, tra gli altri, di “drogati di merda”, come affettuosamenteLeggi altro