Le ragazze del COYOTE UGLY SALOON ad Aosta

Tutto cominciò il 27 gennaio 1993, quando Liliana “Lil” Lovell aprì, a New York, il primo Coyote Ugly Saloon. Tanto era ripugnante (ugly) il nome, tanto era attraenti le bariste-ballerine che ogni sera davano spettacolo sul bancone . Il risultato fu quello sperato da Lil: beautiful girls (belle ragazze)+ booze (bevuta)= money. Lo strepitoso successo del locale ha fatto si’ che altri Coyote Ugly Saloon siano nati e che , nel 2000, abbia ispirato un film di successo come “Le ragazze delLeggi altro

IL GRANDE FRESCO: il minivarietà da Guinness dei primati

Fresco di Guinness dei primati, il 21 maggio, è arrivato anche ad Aosta “Il Grande Fresco”, lo spettacolo “a trazione psicoattiva più ricco di simpatia dell’universo”. Tra il 7 e l’8 maggio scorso, all’ “Artintown” di Torino, si è, infatti, protratto per 25 ore, diventando la performance artistica più lunga di sempre. Ad Aosta, invece, è durato un paio d’ore «perché– come ha precisato il cantautore genovese Federico Siriani– se dovessimo sempre fare il record, moriremmo.» E’, proprio, l’incrociarsi delleLeggi altro

Le nominatons del terzo PREMIO MOGOL

La cerimonia di premiazione della terza edizione del “Premio Mogol”, organizzato dall’Assessorato regionale all’Istruzione e cultura, si svolgerà il prossimo 3 giugno (ore 21.15-ingresso gratuito) nella nuova struttura del Teatro Romano di Aosta. Lo sottolinea anche la grafica del premio che quest’anno è dominata dalla foto del monumento e da un “tatà”(cavallo giocattolo) stilizzato (che richiama quello d’oro che costituisce, materialmente, il premio). A condurla sarà  Fabrizio Frizzi, il “presentatore smart (brillante)”, come l’ha definito Mogol il 26 maggio, nel corsoLeggi altro

IL CORO ALEKSANDROV DELL’ARMATA ROSSA: la colonna sonora della Storia

  Il 22 maggio 2010 il “Complesso Accademico di canto e di danza dell’Esercito Russo A. V. Aleksandrov” ha  inaugurato, al Teatro Romano di Aosta, la “60ème Assemblée Régionale de Chant Choral”. E’,  in realtà, riduttivo parlare di coro per il leggendario “Coro dell’Armata Rossa”, com’è più noto, perchè negli ottantadue anni della sua storia è stato la colonna sonora dei momenti salienti della storia dell’Unione Sovietica, e, quindi, del mondo, riuscendo a imprimervi il marchio dell’emozione. Come nel febbraio 1945, quando cantò perLeggi altro

Andrea “Cadio” Cadioli, il ciuffoso tastierista dei “dARI”

Se il leader del gruppo valdostano “dARI” è indubbiamente Dario Pirovano, con il passare del tempo sta sempre più venendo alla ribalta il “ciuffoso” tastierista Andrea “Cadio” Cadioli. “Cadio tu 6 mitico, simpatico, dolce.- scrive, per esempio, nel suo “Fan Forum”, Laura- Se tu nn ci fossi nei “dARI” nn li avrei mai guardati, perché Cadio sei la mia vita e per te morirei pure”. Propositi suicidi a parte, ci sono state tre fans che si sono “sparate” 400 chilometriLeggi altro

Il quarto “GUITAR DAY” di Aosta

Per molti ragazzi di oggi “Guitar Hero” è, probabilmente, solo un asettico videogioco musicale di grande successo. Per quelli cresciuti negli anni d’oro del rock erano, invece, il sudore e sangue di un chitarrista capace, con il suo virtuosismo, di infiammare le folle. In questo senso l’artista che ha incarnato meglio il concetto di “eroe della chitarra” è Jimi Hendrix. In seguito il termine è stato sempre più inflazionato, soprattutto nell’ambito di generi come l’hard rock e l’heavy metal, maLeggi altro

FERDINANDO FARAO’ e l’evoluzione della specie (del batterista)

C’è uno stretto legame tra il jazzista Ferdinando Faraò, che si è esibito il 15 maggio con il suo “Actmu 4t” all’Espace Populaire, e l’evoluzionismo di Charles Darwin. Il musicista milanese è, infatti, l’evoluzione della specie dei batteristi: non più semplice accompagnatore quanto, piuttosto, musicista a 360 gradi capace di progettare e guidare progetti di ampio respiro. Uno di questi è, appunto, “Darwinsuite”, il suo ultimo Cd in cui i brani sono legati dal pensiero e dalle parole del naturalistaLeggi altro