Acoustic Jazz Concert at L’IMPOSSIBLE di Chamonix

Tra la metà degli anni Sessanta e gli anni Ottanta i giornali di tutto il mondo scrissero dello sciatore svizzero Sylvain Saudan, soprannominato lo “skieur de l’impossible” per discese estreme come quella dell’Aiguille de Blaitière (su pendenze dell’ordine dei 55°) o quella dai 6.200 metri ai 1.800 della parete sud ovest del Monte McKinley. “L’impossible” è diventato, così, anche il nome del ristorante che Saudan ha, poi, aperto a Chamonix in uno storico edificio in Route des Pelerins. Dal 5 dicembre 2009 il ristorante è diventato una piccola oasi italiana in terra di Francia visto che a prenderlo in gestione sono stati lo chef Auro Bucci, già proprietario del locale “La Clotze” in Val Ferret, e Marco Sorrentino. L’amore per la buona cucina naturale e la musica che accomuna i due ha fatto sì che abbiano organizzato, con la collaborazione del pianista aostano Beppe Barbera, la rassegna Acoustic Jazz Concert at L’impossible”. Dopo il “Luciano De Maio Quartet”, esibitosi lo scorso 5 marzo, a suonare venerdì 12 marzo (ore 20) sarà il trio formato da Barbera con il sassofonista Roberto Regis e il contrabbassista Alessandro Maiorino. Sono, poi, in programma la cantante Elisa Marangon (giovedì 18 marzo) ed il trio del pianista Federico Monetta (venerdì 26 marzo). «Vorrei che da sottofondo alla cena– spiega Sorrentino- diventi un piccolo concerto acustico di musicisti che vivono in zona.» Organizzare concerti è, d’altronde, sempre stato il mestiere del cinquantaseienne novarese, visto che è stato uno dei discografici di punta della “Universal” e con l’agenzia “Trident”, formata con Maurizio Salvadori, ha lavorato con  artisti del calibro di “U2” e “Dire Straits”. «Ad un certo punto mi sono rotto perché la discografia va a scatafascio perché i manager erano impreparati al cambiamento imposto da Internet. Adesso mi limito a fare il manager di Jovanotti perché con lui è un lavoro creativo al 100%. Stiamo lavorando al nuovo Cd e il 5 dicembre era all’inaugurazione del ristorante.» Per prenotazioni scrivere a info@restaurant-impossible.com indicando nome e numero di telefono.