STRADE DEL CINEMA 2009: “ogni documento è muto per chi non sa stupirsi”

«”Strade del cinema” è nato dall’incontro di due passioni: la mia per la musica e quella di Marco per il cinema». Lo afferma Enrico “Chicco” Montrosset, uno dei due fondatori (l’altro è  Marco Gianni che ne è l’attuale direttore artistico) di “Strade del Cinema”, il Festival internazionale del cinema muto musicato dal vivo giunto quest’anno alla sua ottava edizione, ed organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Aosta e dall’Associazione “Strade del Cinema”. «Per i film– spiega Gianni – cerco di fare scelte che vadano incontro ad un pubblico che non è di specialisti e filologi, ma, piuttosto, di gente che vuole anche divertirsi». E’ stato sicuramente così per i mediometraggi di comici famosi come Buster Keaton, Charley Chase, Harold Lloyd e Charlie Chaplin che, negli anni, hanno costituito i banchi di prova per i giovani musicisti in concorso.

I tanti big che si sono succeduti sul palco del Teatro Romano (da Antonella Ruggiero al duo Rava-Bollani, da Kenny Wheeler a Stefano Battaglia, da John Taylor a Marc Ribot ) si sono, invece, cimentati, nella musicazione di alcuni storici lungometraggi. Quest’anno, in particolare, sarà la volta di “Tigre Reale”, un film del 1916 di Giovanni Pastrone, che mercoledì 12 agosto sarà musicato dal trio formato dai sardi Paolo Angeli (chitarra sarda preparata), Gavino Murgia  (sax soprano e voce) e Antonello Salis  (pianoforte e fisarmonica) e di “Safety Last” con Harold Lloyd, che giovedì 13 agosto sarà musicato da Neil Brand, il pianista accompagnatore di film muti più conosciuto al mondo.

 The Floorwalker IMG_2220The Adventurer 2The Foorwalker IMG_2252

Il “Concorso Giovani Musicisti Europei” vedrà, invece, in gara dal 7 all’11 agosto dieci musicisti (8 italiani, 1 francese ed 1 tedesco), selezionati tra i 67 iscritti. A musicare i mediometraggi (due per sera) della retrospettiva dedicata agli anni Essanay e Mutual di Charlie Chaplin (quelli tra il 1916 e 1917) saranno: Chirichiello e I casi a parte, Yati Durant Ensemble, Parallelodramma, Simone Maggio, Lili Refrain, Magus, Illya Amar, Elia Casu e Antonio Pinna, Pangea Orchestra e Federico Missino Movie Kit. Oltre ad un premio in denaro di 1500 Euro, il primo classificato avrà l’incarico di realizzare una colonna sonora originale per un film recentemente restaurato dall’archivio film del Museo Nazionale del Cinema di Torino. «Grazie all’accompagnamento della musica dal vivo creata per l’occasione– conclude Montrosset- “Strade del Cinema” cerca di risvegliare negli spettatori la capacità di gustare la piacevolezza e la grandezza dei capolavori dimenticati di un cinema vivo. Ogni documento è, infatti, muto per chi non sa stupirsi; “Strade del Cinema” è il luogo, aperto a tutti, per coloro che non hanno rinunciato ad ascoltare le proprie emozioni

SITO DI STRADE DEL CINEMA 2009   http://www.stradedelcinema.it/

Un frammento di “THE ADVENTURER” di Charles Chaplin musicato “live” dai “Parallelodramma”